fbpx
BISCOTTI DI PASTA FROLLLA CHETOGENICA CON CREMA DI NOCCIOLE

BISCOTTI DI PASTA FROLLLA CHETOGENICA CON CREMA DI NOCCIOLE

Ingredienti Per 20/ 30 biscotti:

250 g di farina di mandorle o nocciole

70 g di eritritolo in polvere

1 cucchiaino di lievito in polvere

120 g di burro morbido o in questo caso di crema alle nocciole Nextua https://nextua.it/catalogo-prodotti/133-crema-spalmabile-proteica-nocciola-bianca-senza-zuccheri-8050391120285.html

2 uova

1 pizzico di sale

20 g di

crema alle nocciole Nextua https://nextua.it/catalogo-prodotti/133-crema-spalmabile-proteica-nocciola-bianca-senza-zuccheri-8050391120285.html

20 g di eritritolo in polvere

50 g di mandorle per la decorazione

Stampino per biscotti a forma di fiore

https://kericetta.it/biscotti-chetogenici-con-crema-di-nocciole/

https://kericetta.it/biscotti-chetogenici-con-crema-di-nocciole/

Preparazione

Preriscaldate il forno a 160°C in modalità ventilata.

Montate le uova con eritritolo, aggiungete le polveri e la crema di nocciole (o il burro in alternativa).

Mescolate con un mixer a mano fino a ottenere un impasto liscio. Poi impastate delicatamente.

Stendete l’impasto tra due fogli di carta da forno e fate raffreddare in frigorifero almeno mezz’ora.

Estraete la teglia ed intagliate i biscotti con uno stampino a vostra scelta.

Disponete i biscotti uno accanto all’altro su una teglia foderata di carta da forno e cuoceteli per 8-9 minuti.

Lasciate raffreddare completamente i biscotti.

Ponete un pochino di crema sui biscotti e decorate con mandorle e eritritolo in polvere.

 

 

KE SAVOIARDI Savoiardi chetogenici

KE SAVOIARDI Savoiardi chetogenici

Savoiardi chetogenici

Oggi vi spiegherò come realizzare i savoiardi chetogenici per il vostro tiramisu keto.

Una ricetta chetogenica per un dessert goloso e keto ovviamente!

Ecco una ricetta per realizzare i vostri savoiardi chetogenici:
Ingredienti:
4 uova
50 g di eritritolo (o altro dolcificante keto a piacere)
20 g di fibra di Bambu
2 cucchiaini di lievito per dolci
Preparazione:
1. In una ciotola di vetro o metallo, montare gli albumi a neve ferma.
2. In un’altra ciotola, miscelare i tuorli, l’eritritolo, la fibra di bambu e il lievito in polvere e mescolare bene. Aggiungere la scorza di limone o la vaniglia se vi piace.
3. Aggiungere molto delicatamente gli al albumi al resto del composto mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per evitare di smontarli.4. Inserire poco alla volta la miscela nella sac a poche

5. Creare la forma dei biscotti in una teglia da forno o su una leccarda coperta da carta da forno.

6. Cuocere per 15 minuti nel forno ventilato preriscaldato a 150 gradi.

Far raffreddare e gustare
Buon appetito!

KE TORTA CHETOGENICA CON YOGURT E UOVA

KE TORTA CHETOGENICA CON YOGURT E UOVA

Per la festa della mamma ti proponiamo una torta super fluffy e golosa.

Torta super soffice con tante uova

Dosi per 4 persone

2 uova e mezzo separate

200 g di yogurt

60 g di eritritolo

3g di xantana (o 30 g amido di mais)

3⁄4 cucchiaini di bicarbonato di sodio

pizzico di sale

eritritolo a velo per spolverare

PROCEDIMENTO

Iniziate a preparare la torta separando le uova. Montate i tuorli con l’eritritolo.

Mescolate il lievito e lo yogurt e sbattete bene.

In un'altra ciotola montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale. Mescolate accuratamente entrambe le masse di pasta con la spatola.

Foderate una tortiera a cerniera con carta da forno, idealmente anche sui lati. Versare l'impasto e preriscaldare il forno a 170 gradi.

Cuocete la torta con tante uova in forno a 170 gradi per 50 minuti. Spegnetela e lasciatela in forno per un po’ in modo che non si sgonfi

CORSO DI PANIFICAZIONE CHETOGENICA PANE PANINI KETO

CORSO DI PANIFICAZIONE CHETOGENICA PANE PANINI KETO

Iniziamo insieme a conoscere le farine, i grassi e gli agenti lievitanti.

Parliamo ovviamente solo di farine keto.

Vi insegneremo a produrre del pane morbido perfetto per la colazione e per le vostre merende.

Faremo insieme dei buonissimi panini ai semi dalla crosta bella croccante

Prepareremo una gustosa pagnotta con farina di semi abbandonando per un attimo la tanto amata farina di mandorle.

Capiremo che differenza fa aggiungere olio, buro o olio di cocco.
Capiremo la differenza tra l’utilizzo delle uova intere, dei soli albumi oppure dell’albume in brick.

Hai qualche dubbio? Scrivici e ti daremo tutte le informazioni che necessiti.

Se preferisci un corso in presenza NO PROBLEM ci organizzeremo insieme.

Ma ti ricordiamo che questo prezzo promozionale di €80 e solo fino a fine dicembre è valido solo per questo corso online, per altre necessità sarà nostra premura trovare la soluzione più adatta a te.

Ti aspettiamo

ENTRA NEL MONDO KE RICETTA

 

KE TORTINO dal cuore morbido e cioccolatoso

KE TORTINO dal cuore morbido e cioccolatoso

INGREDIENTI

350 gr. cioccolato fondente minimo 80%

350 gr. burro

130 gr. eritritolo

360 gr. uova intere ( circa 7)

110 gr. farina di mandorle

PROCEDIMENTO

Sciogliere a bagnomaria cioccolato con l’eritritolo e il burro.

Sbattere le uova con una frusta e aggiungerle al composto mescolando lentamente su un piano lontano dai fuochi, infine aggiungere la farina di mandorle

Mettere il composto negli stampi normalmente dedicati ai muffin di misura media e cuocere a 200 gradi per 8 minuti.

Sfornare subito per creare il cuore fondente.

Gustate questa squisitezza con della crema pasticcera, della panna o dei frutti di bosco.

KE PANDOLCE PROTEICO

KE PANDOLCE PROTEICO

PANDOLCE CON PROTEINE IN POLVERE
PANDOLCE CON PROTEINE IN POLVERE

Ingredienti

3 albumi grandi

3 uova grandi

85 g di farina di cocco

40 g di cocco grattugiato

91 g di dolcificante

30 g di proteine ​​dell’albume in polvere (o proteine ​​del siero di latte in polvere)

2 cucchiaini di lievito in polvere

1 pizzico di sale

100 g di olio di cocco, sciolto

estratto di vaniglia a piacere

120 g di acqua

125 g di frutti di bosco

Per questa ricetta io ho usato la planetaria:

unisci gli ingredienti secchie come farina di cocco, il cocco grattugiato, il dolcificante, le proteine ​​in polvere, il lievito e il sale.

In seguito aggiungi l’olio di cocco,  le uova e gli estratti fino ad ottenere un composto ben amalgamato, aggiungi l’acqua fino a quando la pastella non sarà liscia.

A questo punto monta gli albumi a neve ben ferma e uniscili al composto con delicatezza.

Inserire i mirtilli delicatamente nell’impasto e aggiungere gli altri  mirtilli sopra a decorazione.

Cuoci in forno già caldo a 180 gradi per circa  50 / 60 minuti, fino a doratura. Sforna e lascia raffreddare almeno 30 minuti prima di trasferire su una teglia per il raffreddamento.

Taglia a fette, dividi da carta da forno e surgela. Ecco il tuo pane pronto per ogni evenienza

SOLO INGREDIENTI KETOFRIENDLY PER QUESTO PANE

ERITRITOLO … un po’ di chiarezza…

ERITRITOLO … un po’ di chiarezza…

Si tratta di un #dolcificante molto utilizzato in Chetogenica ma non solo.

L’eritritolo ha un indice glicemico di 0, il che significa che non aumenta l’insulina.

Una caratteristica che lo contraddistingue dagli altri è che lascia una leggera sensazione di freschezza se utilizzato in grandi quantità.

Possiamo dire che è quello che lascia meno retrogusto nelle mie super ricette chetogeniche in kericetta.

Normalmente vanno utilizzati 130 gr di eritritolo per 100gr di zucchero, ma io solitamente ne uso la stessa quantità.

Ma da dove nasce questo eritritolo?

Sembra un nome un po’ esplosivo vero?

Vi dico già che in natura lo si trova  in molti frutti, ma quello che utilizziamo noi è prodotto dalla fermentazione del glucosio, solitamente dal mais.

Usalo per :addolcire le bevande calde e quelle fredde, aggiungilo ai frullati e agli smoothie estivi, al gelato chetogenico. prepara il caramello o la granola, usalo nei tuoi buonissimi dessert come le crostate chetogeniche, le torte keto e tutte le ricette di kericetta.

Lo puoi aggiungere anche ai dolci lievitati e alle crostate per dare crocacntezza oltre che dolcezza. Lo puoi anche frulalre per fare quello a velo.

.

Aperitivo al Bar?

Aperitivo al Bar?

Siete invitati ad un aperitivo?

Non tutto è perduto!

Ordina una coca zero oppure una centrifuga. (daiii niente acqua almeno all’aperitivo!!)

Ordina un tagliere di formaggio,

non dimenticare le olive

e delle verdure croccanti … eh già qui io ho aggiunto dei pomodori secchi.

Porta da casa i tuoi buonissimi frollini cheto al parmigiano, la sai la riceta?

Se non la sai ancora corri subito sulla mia pagina Instagram.

KE TARTARE carne

KE TARTARE carne

KE TARTARE – Consigli importanti
ESTATE per me significa piatti FRESCHI e veloci.
La tartare è perfettamente adattabile ad uno stile alimentare chetogenico e ad un’alimentazione low carb.

Ci sono però alcune importanti REGOLE DA RISPETTARE per mangiare questo goloso piatto in totale SICUREZZA,
Ho preferito interpellare lo Chef Gianluca Comai Vice Presidente dell’Associazione Cuochi Svizzera per essere sicura di rispettare tutti i procedimenti.

Ecco qui le indicazioni:
SI La carne va tagliata a coltello
NO La macchina scaldando cambia il colore
SI Condire al momento di servire (olio aromatizzato, limone)
NO il condimento specialmente agro, cambia colore alla carne
SI Abbinare con germogli, insalata e verdure
NO sughi caldi salse corpose

Se congelati, scongelare in frigor o sotto acqua fredda
E’ preferibile usare carne fresca mantenendo una temperatura massima di +3 gradi
#kericetta#ketartare#carnecheto#ketoreceip#ketomeat#ketotartaresauce

Tartare di carne
Tartare di fassona

KE TARTARE di Tonno Rosso

KE TARTARE di Tonno Rosso

Pesce freschissimo
Rigorosamente abbattuto
Lavorato velocemente
Mantenuto sempre al fresco
Condito con varie salse
servito….

Hai mai pensato di servirlo su delle chips croccanti?
Guarda la ricetta dei miei crackers e appoggia la tua tartare su queste chips.
Una vera golosità

INGREDIENTI

150 Gr di Tonno Rosso del Mediterraneo abbattuto

150 gr di tonno rosso abbattuto

2 cucchiai d’olio extravergine di oliva

1 cucc. di succo limone

1 cucc. di succo di pompelmo

un pizzico di scorza

Erba cipollina

Sale Pepe rosa

Estrarre gli agrumi dal frigorifero e spremerli,

unire le spezie, le scorze e l’olio,

tagliare il tonno al coltello e condire il tutto.

Creare la forma grazie all’uso di un coppapasta

Servire ben freddo in modo che la tartare rimanga “composta” nella sua forma. Se ammesso aggiungere poca polpa di frutta

ALTRE IDEE GOLOSE PER CONDIRE LA TUA TARTARE DI TONNO
  • Mela verde e yogurt greco.
  • Zenzero, limone e arancia.
  • Stracciatella e pistacchi.
  • Pomodorini, olive e capperi.
  • Mango, sesamo e mentuccia.
  • Avocado e pistacchi.
  • Avocado e mango.
  • Pompelmo e mango.
  • Cipolle di Tropea e fiori di cappero Yogurt greco,
  • Limone e menta Crema di pomodorini gialli
  • Pepe e aceto balsamico Lime e prezzemolo
  • Olio aromatizzato all’aneto con mandorle a lamelle

KE BARRETTA E KE GRANOLA KETO

KE BARRETTA E KE GRANOLA KETO

Nell’alimentazione Chetogenica manca spesso quella meravigliosa sensazione di Crock quando si mangia qualcosa,

per questo motivo e un po sull’onda della moda culinaria degli ultimi tempi ho voluto creare la mia Granola perfetta.

Perchè perfetta direte voi?

Perchè si tratta di una granola che si fa con quello che si ha a casa.

Puo’ essere sia dolce che salata.

Vediamo qui la versione dolce.

INGREDIENTI

100 gr di eritritolo

200 gr di frutta secca mista (noci, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi)

PROCEDIMENTO

Pestare in un mortaio la frutta secca, far scaldare in un pentolino l’eritritolo o la stevia finchè inizia a sciogliersi.

Unire la frutta secca e amalgamare bene.

Versare sulla carta da forno, coprire con un secondo foglio di carta da forno e livellare con il mattarello.

Lasciar rappresendere per circa dieci minuti

Se lo spezzate in pezzi grossi, avrete creato delle meravigliose merende altrimenti potete sminuzzarlo con un batticarne et voila la vs granola sarà pronta.

Nel caso voleste creare al granola in versione salata, vi consiglio di creare del pane, con all’interno moltissimi semi, farlo seccare in forno e sgretolarlo.

Purtroppo devo essere onesta nel dirvi che non resta croccante per più di una settimana.

Crema catalana chetogenica

Crema catalana cheto

Crema catalana cheto.
Come mangiare uova a colazione

CREMA CATALANA CHETOGENICA
ingredienti
• 3 tuorli
• 40 gr eritritolo o truvia
• 1 lt di latte  vaccino/ vegetale o di panna liquida

Montate le uova con il dolcificante.

Scaldate il liquido e lavorate tutto.

Aggiungete vaniglia o cannella a piacere.

Cuocete sul fuoco medio portando a bollore.

Fate riposare nelle cocottine.

Una volta freddo cospargete di  eritritolo e cannella e procedete con il cannello.

Vi assicuro una goduria

 

Pasta cheto

Pasta cheto

Pasta Keto: una delizia per voi!

Ringrazio di cuore Rosy per la ricetta!

Pasta cheto

Pasta chetogenica

Ingredienti:

  • 100 g di Quark
  • 1 uovo
  • 30 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 30 g di farina di mandorle
  • 15 g di gomma di guar
  • Sale q.b.
  • Mezzo cucchiaino di curcuma in polvere

Preparazione:

In una ciotola capiente, mescolare il Quark, l’uovo, il Parmigiano Reggiano grattugiato, la farina di mandorle, la gomma di guar, il sale e la curcuma. Utilizzare una forchetta o una spatola per amalgamare bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo e compatto.

L’impasto potrebbe risultare un po’ appiccicoso, è normale. Se necessario, potete aggiungere un cucchiaio di farina di mandorle alla volta fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Coprire la ciotola con un canovaccio umido e far riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Questo passaggio permetterà al composto di rassodarsi e di legarsi meglio.

Trascorso il tempo di riposo, estrarre l’impasto dal frigorifero e dividerlo in porzioni. Su un piano di lavoro leggermente infarinato, stendere ogni porzione con un mattarello fino a ottenere una sfoglia di circa 2-3 mm di spessore.

Utilizzare una taglia per pasta o dei coltelli per ricavare le forme desiderate (tagliatelle, fettuccine, gnocchi, ecc.). Se desiderate una pasta più spessa, potete stendere l’impasto con uno spessore maggiore.

Portare a bollore una pentola di acqua salata.

Cuocere la pasta keto per 2-3 minuti, o fino a quando non sale a galla.

Scolare la pasta e scolarla in una ciotola.

Condire la pasta keto con il vostro sugo preferito. Potete utilizzare un sugo semplice a base di pomodoro, olio extravergine d’oliva, basilico e sale, oppure un sugo più elaborato con carne, verdure o pesce.

Servire la pasta keto calda e guarnire con formaggio grattugiato fresco o altre spezie a piacere.

Consigli:

  • Se non avete la gomma di guar, potete sostituirla con 5 g di psillio o 10 g di semi di lino tritati.
  • La pasta keto può essere conservata in frigorifero per un massimo di 2 giorni.
  • Potete anche congelare la pasta keto cruda. In questo caso, stenderla su un vassoio foderato con carta da forno e congelarla per circa 30 minuti. Una volta congelata, trasferire la pasta in sacchetti per alimenti e conservarla in freezer per un massimo di 3 mesi.
Biscotti con frolla di mandorle e yogurt

Biscotti con frolla di mandorle e yogurt

Questi biscotti chetogenici alle mandorle sono un’opzione deliziosa e salutare per soddisfare la vostra voglia di dolce senza rinunciare al benessere. Con il loro gusto irresistibile, la loro consistenza friabile e la loro semplicità di preparazione, diventeranno sicuramente un elemento fisso della vostra dispensa!

Questi biscotti senza glutine e senza zucchero con farina di mandorle sono una deliziosa alternativa ai classici biscotti ricchi di carboidrati. Perfetti per chi segue un regime alimentare chetogenico o per chi desidera un dolce indulgente senza sensi di colpa

Ingredienti:

  • 300 g di farina di mandorle
  • 1 uovo
  • 40 g di olio EVO o burro chiarificato

  • 120 g di yogurt greco
  • 8 g di lievito per dolci
  • 60 g di eritritolo (o altro dolcificante keto a vostro gusto)
  • Granella di mandorle per decorare (facoltativo)

Preparazione:

Sciogliere il burro o l’olio EVO nel microonde.

In una ciotola capiente, unire la farina di mandorle, l’eritritolo, il lievito per dolci e un pizzico di sale.

Aggiungere l’uovo, il burro fuso o l’olio EVO e lo yogurt greco.

Mescolare il tutto con una spatola fino a ottenere un impasto omogeneo e compatto.

L’impasto risulterà un po’ appiccicoso, è normale.

Coprire la ciotola con un canovaccio umido e lasciar riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Preriscaldare il forno a 180°C.

Foderare una teglia con carta da forno.

Formare delle palline di impasto di circa 3 cm di diametro e disporle sulla teglia, distanziandole tra loro di circa 2-3 cm.

Decorare ogni biscotto con un pizzico di granella di mandorle, se gradito.

Cuocere in for

Biscotti cheto farina di mandorle e yogurt

Biscotti cheto farina di mandorle e yogurt

no per circa 40 minuti, o fino a doratura.**

Sfornare i biscotti e lasciarli raffreddare completamente su una griglia prima di servirli.

Consigli:

  • Se l’impasto risulta troppo morbido, potete aggiungere un cucchiaio di farina di mandorle alla volta fino a raggiungere la consistenza desiderata.
  • Se l’impasto risulta troppo duro, potete aggiungere un cucchiaio di acqua o yogurt greco alla volta fino a raggiungere la consistenza desiderata.
  • Potete sostituire l’eritritolo con un altro dolcificante keto a vostro gusto, come la stevia

Friabili e croccanti: La farina di mandorle conferisce ai biscotti una consistenza friabile e croccante che li rende irresistibili.

Saporiti e aromatici: Il gusto delicato delle mandorle si unisce all’aroma del limone e alle note dolci dell’eritritolo per creare un’esperienza gustativa deliziosa e bilanciata.

Ricchi di grassi sani: La farina di mandorle e l’olio EVO o il burro chiarificato apportano grassi sani che favoriscono la sazietà e la salute.

Poveri di carboidrati: Grazie all’utilizzo di ingredienti a basso contenuto di carboidrati come la farina di mandorle e l’eritritolo, questi biscotti sono perfetti per chi segue un regime chetogenico.

Senza glutine: La farina di mandorle è naturalmente priva di glutine, rendendo questi biscotti adatti a chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine.

Facili da preparare: La ricetta è semplice e richiede pochi ingredienti comuni, rendendola perfetta anche per chi è alle prime armi in cucina.

Versatili: Potete personalizzare i biscotti aggiungendo spezie a vostro gusto, come cannella, noce moscata o zenzero in polvere, oppure decorandoli con granella di frutta secca o cioccolato fondente.

Ideali per ogni occasione: Sono perfetti come snack da gustare in qualsiasi momento della giornata, da soli o in compagnia, oppure come dessert dopo un pasto.

Torta caprese agli agrumi

Torta caprese agli agrumi

Torta Caprese al Limone Chetogenica: un paradiso di gusto per due!

Con questa torta caprese chetogenica  preparerete un dolce delizioso e chetogenico, perfetto per concedervi un momento di golosità senza sensi di colpa!

Ingredienti per uno stampo da 20 cm:

Per l’impasto:

120 g di farina di mandorle

60 g di eritritolo (o altro dolcificante keto a vostro gusto)

Scorza di 1 limone bio grattugiata

50 g di burro fuso

4 uova grandi

5 g di lievito in polvere per dolci

Un pizzico di sale

Per decorare (facoltativo):

fragole, lamponi, mirtilli

Torta caprese cheto al limone

Tortina chetogenica al limone

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180°C. Foderate una tortiera rotonda da 20 cm con carta da forno.

In una ciotola capiente, mescolate la farina di mandorle, l’eritritolo, il lievito e il sale.

In un’altra ciotola, grattugiate la scorza del limone.

Separate i tuorli dagli albumi.

In una ciotola capiente, montate i tuorli con il burro fuso fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.

Unite la scorza di limone e mescolate bene.

Incorporate gradualmente il composto di farina di mandorle, mescolando delicatamente con una spatola fino a ottenere un impasto omogeneo.

In un’altra ciotola capiente, montate gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale.

Unite delicatamente gli albumi montati al composto di tuorli, mescolando con movimenti dal basso verso l’alto per non smontarli.

Versate l’impasto nella tortiera preparata e livellatelo bene.

Cuocete in forno per circa 30-35 minuti, o fino a quando un stuzzicadenti inserito al centro ne esce pulito.

Sfornate la torta e lasciatela raffreddare completamente prima di servirla.

Consigli:

  • Per un sapore più intenso di limone, potete aggiungere un cucchiaio di succo di limone all’impasto.
  • Se la torta risulta troppo asciutta, potete irrorarla con un po’ di succo di limone o latte di mandorle prima di servirla.
  • Potete utilizzare un mix di farine senza glutine al posto della farina di mandorle.
  • La torta Caprese al limone chetogenica si conserva in frigorifero per 3-4 giorni.

Nocciolata, ovvero crema spalmabile Keto: una delizia ricca di gusto e senza sensi di colpa!

Nocciolata, ovvero crema spalmabile Keto: una delizia ricca di gusto e senza sensi di colpa!

Crema spalmabile Keto: una delizia ricca di gusto e senza sensi di colpa!

Questa crema spalmabile keto è una vera delizia! Perfetta da spalmare sul pane keto, sulle fette biscottate o da gustare da sola come snack goloso. È ricca di grassi sani, proteine e fibre, e povera di carboidrati, quindi è un’ottima scelta per chi segue un regime chetogenico o semplicemente vuole fare uno spuntino sano e nutriente.

Ingredienti:

nocciolata chetogenica keto

keto nutella

  • 150 g di nocciole tostate
  • 10 g di cacao amaro in polvere
  • 25 g di eritritolo in polvere (o altro dolcificante keto a vostro gusto)
  • 24 g di olio di cocco fuso
  • Un pizzico di sale

Preparazione:

Frullate le nocciole: Mettete le nocciole tostate in un robot da cucina o in un frullatore potente e frullatele fino a ottenere una granella fine e omogenea. Questo potrebbe richiedere alcuni minuti, quindi abbiate pazienza e continuate a frullare finché la granella non sarà liscia.

Aggiungete gli altri ingredienti: Unite al composto di nocciole il cacao amaro, l’eritritolo in polvere, l’olio di cocco fuso e il pizzico di sale. Frullate nuovamente il tutto fino a ottenere una crema densa e spalmabile. Se la crema risulta troppo densa, potete aggiungere un cucchiaio di olio di cocco fuso o un goccio di latte vegetale (come latte di mandorle o di cocco).

Assaggiate e regolate i sapori: Assaggiate la crema e regolate il cacao amaro e l’eritritolo in polvere in base ai vostri gusti. Se preferite un gusto più dolce, aggiungete un po’ di eritritolo in polvere; se preferite un gusto più intenso di cioccolato, aggiungete un po’ di cacao amaro.

Trasferite in un barattolo: Trasferite la crema spalmabile keto in un barattolo di vetro pulito e sterilizzato. Chiudete bene il barattolo e conservate la crema in frigorifero.

Consigli:

Per un sapore più intenso di nocciole, potete tostare le nocciole in forno per 5-10 minuti prima di frullarle.

Se non avete l’eritritolo in polvere, potete utilizzare un altro dolcificante keto a vostro gusto, come il dolcificante stevia o il monaco fruttoso.

Potete aromatizzare la crema spalmabile keto con altri ingredienti a vostro gusto, come estratto di vaniglia, cannella in polvere o scorza di arancia grattugiata.

Tortino al caffè e ricotta

Tortino al caffè e ricotta

Regalati un dolcino al caffè super gustoso ed invitante per le tue colazioni.

200 g di ricotta

2 uova

caffè

tortino ricotta e caffe

Tortino morbido al caffe e ricotta

20 g di farina di mandorle o di riso

30 g di eritritolo

Mescola tutti gli ingredienti e cuoci in forno 30 minuti a 180 gradi

COLAZIONI CHETOGENICHE

COLAZIONI CHETOGENICHE

Pancake di cocco e mandorle:

Ingredienti:
20 g di farina di cocco
20 g di farina di mandorle
2 uova
10 g di burro
Dolcificante a piacere (ad es. stevia)
Procedimento:
Mescola tutti gli ingredienti in una ciotola fino a ottenere un impasto omogeneo.
Scalda una padella antiaderente e aggiungi il burro.
Versa l’impasto nella padella per formare i pancake.
Cuoci per 2-3 minuti per lato o fino a quando sono dorati.
Servi con una spolverata di cannella e una salsa di lamponi senza zucchero.

Muffin alle noci e cannella:

Ingredienti:
40 g di farina di mandorle
20 g di noci tritate
10 g di burro
2 uova
5 g di lievito in polvere senza glutine
2 g di cannella in polvere
Dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)Procedimento:
Preriscalda il forno a 180°C e prepara una teglia per muffin con pirottini di carta.
In una ciotola, mescola la farina di mandorle, le noci tritate, il lievito e la cannella.
In un’altra ciotola, sbatti le uova e aggiungi il burro fuso e il dolcificante.
Unisci gli ingredienti secchi e umidi e mescola fino a ottenere un impasto omogeneo.
Distribuisci l’impasto nei pirottini e cuoci per circa 15-20 minuti, o finché non risultano dorati e cotti all’interno.

Porridge di semi di chia al cocco e vaniglia:

Ingredienti:
20 g di semi di chia
50 g di latte di cocco
1 g di estratto di vaniglia
Dolcificante a piacere (ad es. sucralosio)
Mirtilli per guarnire

Procedimento:
In una ciotola, mescola i semi di chia, il latte di cocco, l’estratto di vaniglia e il dolcificante.
Lascia riposare per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.
Trasferisci il composto in un bicchiere o una ciotola e guarnisci con mirtilli.
Metti in frigorifero durante la notte o almeno per 2-3 ore.
Servi freddo come porridge dolce a colazione.

Crepes alla cannella con salsa di lamponi:

Ingredienti per le crepes:
2 uova
15 g di farina di cocco
2 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)
1 g di cannella in polvere
Burro per la padella

Ingredienti per la salsa di lamponi:
1 tazza di lamponi freschi o surgelati
1 cucchiaino di dolcificante a piacere (ad es. sucralosio)
Succo di limone fresco (facoltativo)
Procedimento:
In una ciotola, sbatti le uova, la farina di cocco, il dolcificante e la cannella fino a ottenere un impasto liscio.
Scalda una padella antiaderente e spalmaci un po’ di burro.
Versa un mestolo di impasto nella padella e distribuiscilo uniformemente per formare una crepe sottile.
Cuoci per circa 2-3 minuti per lato o finché le crepes sono dorate.
Nel frattempo, prepara la salsa di lamponi frullando i lamponi con il dolcificante e il succo di limone (se desiderato).
Ripeti il processo fino a utilizzare tutto l’impasto.
Servi le crepes con la salsa di lamponi sopra e una spolverata di cannella.

Muffin al cioccolato fondente:

Ingredienti:
40 g di farina di mandorle
10 g di cacao in polvere senza zucchero
1 g di lievito in polvere senza glutine
1 g di bicarbonato di sodio
10 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)
10 g di burro fuso
1 uovo
20 g di latte di cocco
Estratto di vaniglia a piacere
Pizzico di sale
Procedimento:
Preriscalda il forno a 180°C e prepara una teglia per muffin con pirottini di carta.
In una ciotola, mescola la farina di mandorle, il cacao in polvere, il lievito, il bicarbonato di sodio e il sale.
In un’altra ciotola, sbatti le uova, il dolcificante, il burro fuso, il latte di cocco e l’estratto di vaniglia.
Unisci gli ingredienti secchi e umidi e mescola fino a ottenere un impasto omogeneo.
Distribuisci l’impasto nei pirottini e cuoci per circa 15-20 minuti, o finché non risultano gonfi e asciutti al tatto.
Lascia raffreddare prima di servire.

Pudding di avocado e cioccolato:

Ingredienti:
100 g di avocado maturo
10 g di cacao in polvere senza zucchero
10 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)

Taglia l’avocado a metà, rimuovi il nocciolo e preleva la polpa.
Metti l’avocado, il cacao in polvere, il dolcificante, il latte di mandorle, l’estratto di vaniglia e il pizzico di sale in un frullatore o in un mixer ad alta potenza.
Frulla gli ingredienti fino a ottenere una consistenza liscia e cremosa.
Assaggia il pudding e aggiungi ulteriore dolcificante, se necessario, in base ai tuoi gusti personali.
Trasferisci il pudding in una ciotola o in coppette individuali.
Copri con pellicola trasparente e lascia raffreddare in frigorifero per almeno 1-2 ore, o fino a quando il pudding si sarà addensato.
Una volta che il pudding ha raggiunto la consistenza desiderata, puoi servirlo come dessert, magari guarnendo con scaglie di cioccolato fondente o frutta a basso contenuto di carboidrati.

Pudding di semi di chia:

I semi di chia sono ricchi di fibre e grassi sani, rendendoli una buona alternativa per creare un pudding chetogenico. Ecco una semplice ricetta:

Ingredienti:

30 g di semi di chia
200 ml di latte di mandorle o altro latte senza zucchero
10 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)
Estratto di vaniglia a piacere
Procedimento:

In una ciotola, mescola i semi di chia, il latte di mandorle, il dolcificante e l’estratto di vaniglia.
Mescola bene per distribuire uniformemente i semi di chia.
Copri la ciotola con pellicola trasparente e lascia riposare in frigorifero per almeno 2 ore, o fino a quando il pudding si è addensato.
Una volta che il pudding ha raggiunto la consistenza desiderata, mescola nuovamente prima di servire. Puoi guarnire con scaglie di cioccolato fondente o frutta a basso contenuto di carboidrati, se lo desideri.

Pudding di cocco:

Ingredienti:

200 ml di latte di cocco in latta

1 foglio di gelatina
10 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)
Cioccolato fuso  a piacere
Procedimento:

In una ciotola, mescola il latte di cocco, il dolcificante e l’estratto di vaniglia e il foglio di gelatina precedentemente ammollato in acqua fredda.
Assicurati che il dolcificante si sia completamente sciolto.
Copri la ciotola con pellicola trasparente e lascia raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore, o fino a quando il pudding si è addensato.
Mescola nuovamente prima di servire. Puoi guarnire salsa di cioccolato fondente o frutta a basso contenuto di carboidrati, se lo desideri.

Pudding di cioccolato chetogenico:

Ingredienti:
10 g di cacao in polvere senza zucchero
10 g di dolcificante a piacere (ad es. eritritolo)
150 ml di latte di mandorle o altro latte senza zucchero

keto pudding

colazioni chetogeniche

5 g di gelatina in polvere senza zucchero
Estratto di vaniglia a piacere
Pizzico di sale
Procedimento:

In una ciotola, mescola il cacao in polvere, il dolcificante, il latte di mandorle, l’estratto di vaniglia e il pizzico di sale.
In un pentolino, sciogli la gelatina in polvere in 60 ml di acqua fredda e lascia riposare per qualche minuto.
Riscalda il pentolino a fuoco basso e mescola fino a quando la gelatina si è completamente sciolta.
Aggiungi la gelatina sciolta alla miscela di cacao e mescola bene per combinare gli ingredienti.
Versa la miscela in piccole ciotole o in coppette individuali.
Copri con pellicola trasparente e lascia raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore, o fino a quando il pudding si è addensato.
Una volta che il pudding ha raggiunto la consistenza desiderata, puoi servirlo come dessert. Puoi guarnirlo con scaglie di cioccolato fondente o panna montata a basso contenuto di carboidrati, se lo desideri.

 

Pane alla banana low carb:

RICETTA LOW CARB

Ingredienti:

40 g di farina di mandorle
15 g di burro fuso
1 uovo
2 g di lievito in polvere senza glutine
30 g di banana matura schiacciata
Dolcificante a piacere (ad es. stevia)
Procedimento:
Preriscalda il forno a 180°C e prepara una teglia da pane rivestita di carta da forno.
In una ciotola, mescola la farina di mandorle, il lievito e il dolcificante.
In un’altra ciotola, sbatti le uova e aggiungi il burro fuso e la banana schiacciata.
Unisci gli ingredienti secchi e umidi e mescola fino a ottenere un impasto omogeneo.
Versa l’impasto nella teglia da pane e livella la superficie.
Cuoci nel forno preriscaldato per circa 40-45 minuti o finché il pane risulta dorato e cotto all’interno.
Lascia raffreddare prima di tagliarlo a fette.

Piadina morbidissima cheto con fibre

Piadina morbidissima cheto con fibre

Piadine con farina di fibra di bamboo: leggere, gustose e facili da fare

Questa ricetta è perfetta per chi cerca un’alternativa alle classiche piadine di farina di grano, più leggera e digeribile. La fibra di bamboo è un ingrediente ricco di fibre e proteine, che aiuta a mantenere il senso di sazietà e a regolarizzare l’attività intestinale. I semi di lino e lo psillio sono altri due ingredienti ricchi di fibre che apportano benefici alla salute.

kebap keto

Piadina chetogenica bambu

Ingredienti:

  • 200 g di farina di fibra di bamboo
  • 200 g di farina di semi di lino dorati
  • 50 g di farina di psillio
  • 30 g di aceto di mele
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 bustina di lievito secco
  • 600 ml di acqua calda
  • 1 cucchiaino di sale

Preparazione:

  1. In una ciotola capiente, mescolate le farine di fibra di bamboo, semi di lino e psillio, il lievito e il sale.
  2. Aggiungete l’aceto di mele e l’olio d’oliva, mescolando bene con un cucchiaio di legno.
  3. Versate gradualmente l’acqua calda, mescolando continuamente fino a ottenere un impasto omogeneo e compatto. L’impasto potrebbe risultare un po’ appiccicoso, è normale.
  4. Coprite la ciotola con un canovaccio umido e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 1 ora, o fino al raddoppio del suo volume.
  5. Trascorso il tempo di riposo, dividete l’impasto in 6-8 palline di circa 80-90 g ciascuna.
  6. Preriscaldate una padella antiaderente a fuoco medio-alto.
  7. Su un piano di lavoro leggermente infarinato, stendete ogni pallina di impasto con un mattarello fino a ottenere una piadina sottile di circa 20 cm di diametro.
  8. Cuocete la piadina nella padella calda per circa 1-2 minuti per lato, o fino a doratura.
  9. Man mano che le piadine sono pronte, mettetele in un canovaccio per mantenerle calde.
  10. Servite le piadine farcite con i vostri ingredienti preferiti, come salumi, formaggi, verdure, salse, ecc.

Consigli:

  • Se l’impasto risulta troppo morbido, potete aggiungere un cucchiaio di farina di psillio o di fibra di bamboo.
  • Se l’impasto risulta troppo duro, potete aggiungere un cucchiaio di acqua calda.
  • Potete cuocere le piadine anche in forno preriscaldato a 200°C per circa 10 minuti, o fino a doratura.
  • Le piadine si conservano in frigorifero per 2-3 giorni, oppure possono essere congelate.

Varianti:

  • Potete sostituire la farina di semi di lino dorati con farina di mandorle o di cocco.
  • Potete aromatizzare l’impasto con erbe aromatiche, come origano, basilico o rosmarino.
  • Potete aggiungere all’impasto delle verdure grattugiate, come zucchine o carote.