fbpx
Panini chetogenici con mandorle, semi di girasole e psillo

Panini chetogenici con mandorle, semi di girasole e psillo

Pane soffice e gustoso alle mandorle: con psillo e semi di girasole!

Con questa ricetta semplice e veloce potrete preparare un pane delizioso che piacerà a tutti!

Questa ricetta è davvero fantastica! Il pane alle mandorle è soffice, gustoso e perfetto per accompagnare qualsiasi pasto. È un’ottima alternativa al pane tradizionale per chi segue un regime alimentare senza glutine o per chi vuole semplicemente provare qualcosa di diverso. La farina keto conferisce al pane un sapore leggermente nocciolosa e una consistenza umida e morbida.

Ingredienti:

150 g di farina di mandorle

220 g di acqua calda

100 g di albumi (circa 3 albumi)

40 g di psillio

10 g di lievito istantaneo per salati

1 cucchiaino di aceto di mele

semi di girasole a piacere

Sale q.b.

Preparazione:

In una ciotola capiente, mescolate gli ingredienti secchi: farina di mandorle, psillio, lievito istantaneo e sale.

Aggiungete gli ingredienti liquidi: unite gli albumi, l’aceto di mele e l’acqua calda. Mescolate bene con una frusta a mano o con un cucchiaio di legno fino a ottenere un impasto omogeneo e senza grumi.

Lasciate riposare l’impasto per 10 minuti: coprite la ciotola con un canovaccio umido e lasciate riposare a temperatura ambiente. Questo passaggio permetterà al psillio di assorbire i liquidi e di rendere l’impasto più elastico.

Formate i panini: dividete l’impasto in 4-5 porzioni uguali (circa 70 g ciascuna) e formate dei panini rotondi con le mani. Potete anche utilizzare degli stampi per muffin per ottenere dei panini più compatti.

Cuocete in forno: preriscaldate il forno a 180°C. Disponete i panini su una teglia rivestita di carta da forno e cuocete per circa 45 minuti, o fino a doratura.

Opzione 2: 40 g di farina di mandorle, 40 g di fibra di avena e a 20 g di psillio, 40g di lino macinato.

Opzione 3: aggiungere all’impasto 50 g di Parmigiano grattugiato

Panini chetogenici

pane ai semi senza glutine e chetogenico

Sfornate e lasciate raffreddare: una volta dorati, sfornate i panini e lasciateli raffreddare su una gratella prima di servirli.

Consigli:

  • Se l’impasto risulta troppo morbido, potete aggiungere un cucchiaio di farina di mandorle o di psillio.
  • Se l’impasto risulta troppo duro, potete aggiungere un cucchiaio di acqua calda.
  • Potete spennellare i panini con un po’ di latte vegetale (come latte di mandorle o di riso) prima di infornarli per ottenere una superficie più dorata.
  • I panini alle mandorle si conservano in un sacchetto di carta per 2-3 giorni.

Varianti:

  • Potete aggiungere all’impasto delle spezie a vostro gusto, come origano, basilico o rosmarino.
  • Potete sostituire la farina di mandorle con farina di cocco o con un mix di farine senza glutine.
  • Potete farcire i panini con i vostri ingredienti preferiti, come salumi, formaggi, verdure, ecc.

PANE CHETOGENICO RUSTICO CON CEREALI

PANE CHETOGENICO RUSTICO CON CEREALI

Ricetta Pane Chetogenico: Rustico e Salutare

Benvenuti nel mio sito dedicato alla cucina chetogenica! Ho voluto sperimentare questa ricetta altoatesina aggiungendo del goloso formaggio cremoso.

INGREDIENTI

200 g di farina di mandorle

30 g di farina di cocco

1 cucchiaio di lievito in polvere

4 cucchiai di cuticola di psillio 

125 g di formaggio cremoso ammorbidito

125 g di ricotta

5 uova a temperatura ambiente

2 cucchiai di aceto di mele

½ cucchiaino di sale

1 cucchiaino di lievito alimentare (opzionale) semi di finocchio o altre erbe / spezie (opzionale)

PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 175 ℃ (350 °F ).

Preparate una teglia con carta da forno.

Mescolate il formaggio cremoso e la ricotta In una ciotola grande, fino a ottenere una consistenza liscia.

Lavorate gli albumi a neve e in seguito aggiungete  le uova e l’aceto di mele e mescolando bene.

Aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate fino ad ottenere una consistenza liscia.

L’impasto sarà ancora appiccicoso in questo momento.

Lasciatelo riposare per 5 minuti affinché l’umidità venga assorbita. Con le mani bagnate,  create un panetto di circa 10 x 18 cm.

Posizionatelo in uno stampo da plumcake oppure sulla teglia preparata e con un piccolo coltello, fate deitagli diagonalmente sulla parte superiore e allargate leggermente ciascuna linea (così il pane lieviterà meglio!)

Fate lievitare un paio di ore, infornate per 1 ora. Il pane è pronto quando uno stuzzicadenti inserito al centro esce pulito.

Lasciatelo raffreddare completamente e poi gustate con salumi e formaggi del territorio!

VALORI NUTRIZIONALI Porzione: 1 fetta Calorie: 153kcal Carboidrati: 7g Proteine: 6g Grassi: 12g Fibre: 4g Zuccheri: 1g

 

FIBRA DI BAMBU

FIBRA DI BAMBU

Fibra di Bambu alimentare come usarla
La fibra di bambù è una fine polvere bianca ottenuta dagli alberi di bambù. 
La fibra di bambù è un polisaccaride indigeribile e una promettente fibra alimentare con benefici funzionali. 
Si tratta di una fibra insolubile che può essere aggiunta ai prodotti da forno senza glutine per migliorare 
consistenza, lavorabilità e stabilità dei prodotti da forno fino al 10%.1
QUANDO UTLIZZARLA
La fibra di bambù viene utilizzata nella cottura senza glutine. 
VANTAGGI
Può migliorare le proprietà strutturali e la lavorabilità dell'impasto, oltre a ridurre rotture e lacerazioni:1,3
DOVE
Le glasse: Le glasse realizzate con questo prodotto hanno una consistenza liscia e cremosa.
Il livello di utilizzo tipico è 0,25 – 10,00% p/p in peso a seconda della formulazione. 
Impatto dell'aggiunta di fibra di bambù su alcuni prodotti da forno: 1,3
Effetto del livello di utilizzo del prodotto sul:
Pane 3-6 %
Diminuzione del volume specifico della pagnotta
Durezza leggermente aumentata
Biscotti 3 %
Spessore maggiorato
Diminuzione della doratura
Maggiore durezza
Fattore di diffusione inferiore
Ecco alcune informazioni utili
 
FIBRA DI PSILLO

FIBRA DI PSILLO

Lo psillio, noto anche come psyllium husk o buccia di psillio,
è un rimedio naturale derivato dai semi di una pianta chiamata Plantago ovata.
Questi semi sono ricchi di fibre solubili, rendendo lo psillio un ingrediente versatile nelle diete a basso contenuto di carboidrati, come la dieta chetogenica. La fibra di psillio ha dimostrato di avere diversi benefici per la salute,
tra cui migliorare la regolarità intestinale, stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue e promuovere la sazietà.

Come Usare lo Psillio nelle Ricette:

Agente Addensante e Legante: Lo psillio è spesso utilizzato come agente addensante e legante in ricette a basso contenuto di carboidrati. Può essere aggiunto a impasti per pane, torte e altri prodotti da forno per migliorarne la consistenza e la struttura.

Sostituto delle Uova: Nei piatti vegani o nei casi in cui le uova devono essere evitate, lo psillio può essere mescolato con acqua per creare una miscela gelatinosa che può essere utilizzata come sostituto delle uova nelle ricette.

Miglioramento della Struttura: Aggiungere lo psillio alle ricette di dolci, pancake o frittelle può migliorare la struttura e la consistenza, rendendo i piatti più simili a quelli tradizionali.

Aumento del Contenuto di Fibre: L’aggiunta di lo psillio alle ricette aumenta il contenuto di fibre senza aumentare significativamente i carboidrati. Questo può essere utile per raggiungere l’apporto giornaliero di fibre raccomandato.

Regolazione dell’Umidità: Lo psillio ha la capacità di trattenere l’acqua e può essere utilizzato per regolare l’umidità nelle preparazioni di pane, muffin e torte, aiutando a evitare la secchezza.

Preparazioni a Base di Zuppe e Salse: Nelle zuppe o salse, lo psillio agisce come addensante naturale, senza l’aggiunta di farine tradizionali ad alto contenuto di carboidrati.

Aumento della Sazietà: Grazie alla sua alta percentuale di fibre, l’aggiunta di lo psillio alle ricette può aumentare la sazietà e contribuire a controllare l’appetito.

Precauzioni:
È importante utilizzare lo psillio con moderazione e seguire le istruzioni sulla confezione. L’assunzione eccessiva potrebbe causare disagio gastrointestinale. Assicurati di bere molta acqua quando consumi lo psillio per evitare l’effetto contrario e ostacolare la digestione.

In sintesi, lo psillio è un ingrediente funzionale che può arricchire le tue ricette a basso contenuto di carboidrati, apportando benefici per la salute intestinale e il controllo dell’appetito. Sperimenta con quantità moderate per scoprire come lo psillio può migliorare la consistenza e il valore nutrizionale delle tue creazioni culinarie.

Psillo o Psillium

KE SAVOIARDI Savoiardi chetogenici

KE SAVOIARDI Savoiardi chetogenici

Savoiardi chetogenici

Oggi vi spiegherò come realizzare i savoiardi chetogenici per il vostro tiramisu keto.

Una ricetta chetogenica per un dessert goloso e keto ovviamente!

Ecco una ricetta per realizzare i vostri savoiardi chetogenici:
Ingredienti:
4 uova
50 g di eritritolo (o altro dolcificante keto a piacere)
20 g di fibra di Bambu
2 cucchiaini di lievito per dolci
Preparazione:
1. In una ciotola di vetro o metallo, montare gli albumi a neve ferma.
2. In un’altra ciotola, miscelare i tuorli, l’eritritolo, la fibra di bambu e il lievito in polvere e mescolare bene. Aggiungere la scorza di limone o la vaniglia se vi piace.
3. Aggiungere molto delicatamente gli al albumi al resto del composto mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per evitare di smontarli.4. Inserire poco alla volta la miscela nella sac a poche

5. Creare la forma dei biscotti in una teglia da forno o su una leccarda coperta da carta da forno.

6. Cuocere per 15 minuti nel forno ventilato preriscaldato a 150 gradi.

Far raffreddare e gustare
Buon appetito!